• Elisa Erriu

L’OROSCOP(R)O: CAPRICORNO


CAPRICORNO

Il Segno della Grande Opera

"Perché un angolo retto misura novanta gradi? Domanda mal posta: lui non misura niente, sono gli altri che misurano lui." Umberto Eco

Dati essenziali:

DECIMO Segno (Casa X – Casa della Carriera, dell'Onore, dell'Autorealizzazione, dei Successi)

Qualità CARDINALE

Elemento TERRA

Polarità FEMMINILE

Governato da SATURNO, con la Luna in ESILIO, Marte in ESALTAZIONE, Venere in CADUTA

Segno opposto CANCRO

A seconda delle EFFEMERIDI, il suo periodo va dal 22 DICEMBRE al 20 GENNAIO.

Stagione: Incomincia proprio col SOLSTIZIO D'INVERNO, nel GIORNO PIÙ CORTO DELL'ANNO. Il Sole è meno visibile, è il periodo più difficile, quando solo i più forti sopravvivono ai rigori della fame e del freddo, cavandosela con la propria tenacia e la propria vitalità.

Parti del Corpo: OSSA e GINOCCHIA.

Colori attribuiti: molti colori scuri, soprattutto il NERO, il TABACCO, il VERDE ARDESIA.

Numero portafortuna: 10-4.

Giorno: SABATO.

Metallo: PIOMBO.

Fiori: NARCISO, CAPRIFOGLIO e PAPAVERO NERO.

Piante: FRASSINO, CIPRESSO e CICUTA.

Animali: CAPRA, IENA, ORSO e COCCODRILLO.

Città: CAPRI, MESSICO, GERUSALEMME, OXFORD, BULGARIA, LITUANIA e PORTO SAID.

Profumo: MUSCHIO DI QUERCIA, ELLEBORO, MIRRA e SANDALO.

Pietre: ONICE, PERLA GRIGIA, MALACHITE, QUARZO TORMALINATO.

Parole chiavi: ORGANIZZAZIONE, DETERMINAZIONE, SOLITUDINE, AMBIZIONE, SELEZIONE.


RACCONTO

Il Presidente Deneb aveva riunito un'assemblea d'urgenza con i maggiori capi di Stato.

Si erano riuniti non celando una certa preoccupazione, una visibile ansia e un impercettibile dubbio che li univa più di quanto avrebbero fatto quel tavolo e quelle sedie: nessuno sapeva il motivo per cui erano stati chiamati tutti.

«Ciascuno di voi», esordì il Presidente Daneb, dopo che gli sguardi, le cineprese e il mondo intero, o quello che ne restava, si rivolse verso di lui, «continua a reputarmi una persona con scarsissimo senso dell'umorismo. E io, invece, vorrei dimostrarvi quanto vi stiate sbagliando.

L'altro giorno mi si è presentata l'occasione di dimostrarlo alla mia segretaria: stavo per entrare in ufficio e la suddetta ha provveduto ad aggiornarmi, come di consueto, dei fatti più urgenti e recenti. Una di queste informazioni riguardava l'insistente frequenza di telefonate che riceve dalla mia ex-moglie, alla ricerca, presumo, di qualsiasi altra goccia di sangue da spillarmi.

"Ah, mia cara", ho commentato alla segretaria, "Stai sempre attenta di chi ti innamori. Non ti innamori mai perché ti innamori, ti innamori perché in quel periodo hai un disperato bisogno di innamorarti. E in questi periodi in cui senti la voglia di innamorarti, devi stare attento a chi incontri: come sotto un incantesimo, ti innamori del primo essere che incontri.  Potrebbe essere anche un ornitorinco."

E la mia segretaria è scoppiata a ridere. Forse perché mi definiscono a lavoro un "animale a metà", una creatura bizzarra ormai estinta, alquanto ridicola, o forse perché mi immaginava abbracciato a una di quelle bestioline, metà castoro e metà anatra, dato che spesso chiamo così la mia ex-moglie: ornitorinco. Più "rinco" che "ornito".

Anche se non sono capace di leggere nei pensieri altrui, cerco almeno di scoprire le verità che muovono quei pensieri.


Ora, il fatto che passi la maggior parte del tempo con lei, precludendomi qualsiasi tipo di rapporto che non vada oltre al sistema epistolario digitale, mi permette di garantire, a me e a voi, una prova tangibile della mia serietà riguardo l'ilarità. Se avete qualsiasi altro dubbio in merito, vi prego di confidarmelo. Sono fortemente sicuro del fatto che riuscirò a discioglierlo.» E annunciando che l'assemblea era disciolta, sorrise.


Elisa Erriu
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White Twitter Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
Seguimi su:
Scrivimi su:

© 2019 by Elisa Erriu. Journalist & Writer

I testi, le immagini e tutto il contenuto presente in questo sito, sono tutelati dalla normativa sul diritto d’autore e non può essere copiato, riprodotto (anche in altri formati o su supporti diversi), né tanto meno è possibile appropriarsi della sua paternità. È severamente vietato l’utilizzo del materiale presente sul sito senza esplicito consenso. Le immagini e i loghi non direttamente legati al sito, sono copyright dei rispettivi proprietari.

  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Black Icon LinkedIn